Citroën

DS 23, 1974

La vettura appena arrivata presso la MCW, è stata visionata dal nostro staff che ha valutato i lavori da eseguire su di essa. La DS è stata portata in una delle nostre officine specializzate per revisionare tutta la meccanica, l’impianto frenante, le sospensioni e l’impianto elettrico. Uscita dall’officina, la macchina è stata portata in carrozzeria dove hanno iniziato il restauro della scocca. La carrozzeria è stata carteggiata completamente per permettere una revisione più accurata delle lamiere e una volta sistemate, si è preparata per la verniciatura e lucidatura finale. I sedili e la moquette sono stati portati dal tappezziere, i primi per la sistemazione dell’imbottitura mentre la seconda per un rifacimento completo, perché l’usura non permetteva recuperi. Ultimati i lavori di restauro, la vettura è stata collaudata e deliberata dal nostro personale specializzato.

Citroën DS 23 1974

  • Anno: 1974
  • Esterni: Giallo Ocra/Oro
  • Interni: Marrone
  • Cambio: Manuale

Note

La Citroën DS 23 montava un motore ad iniezione elettronica da 2347 cc di cilindrata con una potenza totale di 130 CV che permetteva di raggiungere la velocità massima di 190 km/h.

Citroën

DS 23, 1974

La Citroën DS è una vettura prodotta dal 1955 al 1975 dalla casa automobilistica francese Citroën. Ancora oggi, la DS non passa inosservata grazie alla sua linea estremamente anticonformista e alle soluzioni tecniche e stilistiche a dir poco rivoluzionarie. Poche vetture hanno saputo imporsi nella storia del design automobilistico in maniera così decisa, considerata ancora oggi il capolavoro della Casa francese. La vettura fu presentata al salone dell’automobile di Parigi nel 1955, colpirono subito il design rivoluzionario e le importanti innovazioni tecnologiche. Una delle principali soluzioni tecniche adottate fu costituita dalle sospensioni idropneumatiche, nate da dieci anni di progettazione. Queste sospensioni sono a ruote indipendenti con quadrilateri e permettono di mantenere costante l’altezza da terra, ottimizzando l’azione ammortizzante in caso di sconnessioni stradali. Furono tanti i modelli con variazioni differenti che uscirono. Nel 1972 furono introdotte la DS 23 e la Break 23, con motore da 2.3 litri a carburatore. Contemporaneamente venne introdotta anche la DS 23 I.E., che montava lo stesso motore ma ad iniezione elettronica.