Ferrari

512 BBi, 1983

Le verifiche dello Staff di MCW all’arrivo della vettura in Officina, hanno evidenziato un buonissimo stato complessivo della vettura, quindi è stato necessario solo un piccolo restauro parziale. La 512 è stata portata, prima di tutto, in una delle nostre officine specializzate dove hanno effettuato un tagliando completo. Nel service è stata verificata tutta la meccanica e sono stati sostituiti tutti i componenti rovinati che lo richiedevano, lo stesso è stato effettuato per i componenti elettrici e l’impianto frenante. Successivamente, la vettura è stata portata in carrozzeria, dove sono state necessarie pochissime revisioni ed è stata eseguita una lucidatura completa. La tappezzeria, era in ottimo stato, per cui si è intervenuto solo con trattamenti specifici di pulizia e di concia, per ridonare alla pelle la morbidezza e lo splendore originale.

Ferrari 512 BBi 1983

  • Anno: 1983
  • Esterni: Nero
  • Interni: Nero
  • Cambio: Manuale

Note

La 512 BBi è dotata di un motore a 12 cilindri con configurazione a 180° come quello installato sulla 512 BB, con una cilindrata di 4943 cm3. La potenza massima dichiarata raggiungeva i 340 CV.

Ferrari

512 BBi, 1983

Sulla 512 BBi, l’iniezione meccanica Bosch K-Jetronic sostituì la batteria di quattro carburatori Weber a triplo corpo della 512 BB. All’esterno, il modello si riconosceva dal nuovo disegno delle ruote e del paraurti posteriore, dalla presa d’aria laterale NACA rifinita in nero e dai retrovisori esterni in tinta con la carrozzeria. Più limitate le novità relative agli interni: i sedili di pelle Connolly ricevettero un inserto centrale in tessuto di lana, e tutte le vetture furono prodotte con aria condizionata e chiusura centralizzata di serie. Il periodo di produzione fu compreso tra il 1981 e il 1984, quando fu sostituita da un modello adeguato a tutti i mercati mondiali: la Testarossa. Ne furono realizzati 1007 esemplari aventi numero di telaio compreso nell’intervallo tra il 38121 e il 52935.