Maserati

Quattroporte, 1967

La Quattroporte ha ricevuto un rifacimento completo dell’intera tappezzeria, è stata rifatta la moquette, le pedane anteriori e posteriori, tutti i sedili, i pannelli porta e il tunnel centrale. La carrozzeria è stata carteggiata, stuccata e riverniciata, come ultimo passaggio è stata effettuata una lucidatura completa. Tutte le parti cromate sono state smontate rimesse a nuovo e rimontate prima della lucidatura. Infine il motore e le parti meccaniche sono state controllate accuratamente dal nostro staff, che ha sostituito e revisionato tutti i pezzi usurati che lo richiedevano.

Maserati Quattroporte 1967

  • Anno: 1967
  • Esterni: Blu metallizzato
  • Interni: Beige
  • Cambio: Manuale

Note

La Maserati Quattroporte monta un motore V8 con 4136 cm3 di cilindrata e una potenza massima di 231 CV a 5000 giri/minuto. La velocità massima è stimata intorno ai 230 km/h.

Maserati

Quattroporte, 1967

Agli inizi degli anni sessanta l’offerta di berline ad alte prestazioni era ridotta a pochissimi modelli prodotti da Lancia, Jaguar e Merces-Benz. L’ottimismo derivante da una forte ripresa economica lasciava supporre un rapido sviluppo per il mercato delle auto di lusso. Sulla base di queste previsioni, la dirigenza della Maserati, decise di mettere in cantiere la costruzione di una berlina ad alte prestazioni. La vettura fu presentata al salone dell’automobile di Torino nell’autunno del 1963, riscontrando uno strepitoso successo. Nonostante l’astronomico prezzo di 6.230.000 Lire, pari al costo di tredici Fiat 500, gli esponenti del jet set fecero a gara per accaparrarsi la vettura.