Mercedes

450 SLC, 1978

La SLC ha ricevuto un trattamento di restauro minimo. La vettura è stata subito portata in una delle nostre officine specializzate per controllare tutta la meccanica, l’impianto frenante e quello elettrico. La carrozzeria è stata trattata con una lucidatura specifica che elimina tutte le parti parzialmente rovinate e ridà lucentezza alla vernice. Allo stesso modo, gli interni sono stati puliti con trattamenti speciali che riportano la pelle al suo stato originale senza dover rifare la tappezzeria. Ultimati i lavori, la vettura è stata collaudata su strada dal nostro personale specializzato.

Mercedes 450 SLC 1978

  • Anno: 1978
  • Esterni: Oro Metallizzato
  • Interni: Panna
  • Cambio: Automatica 3 rapporti

Note

La Mercedes 450 SLC montava un motore V8 di 4520 cc, che erogava 217 CV.

Mercedes

450 SLC, 1978

Alla fine degli anni sessanta la Mercedes aveva in listino ancora le coupé e cabriolet derivate dalla gamma W111 (presentata alla fine degli anni cinquanta), eleganti, maestose, raffinate ma ormai irrimediabilmente obsolete. La Casa della stella a 3 punte necessitava di un nuovo modello. Per accorciare i tempi di sviluppo venne scelta come base la nuovissima roadster SL, in fase di sviluppo avanzato. Conservando inalterati frontale, coda e parte bassa della carrozzeria della spider, venne trasformata in coupé chiusa, allungando anche il passo da 246 a 282cm. L'allungamento del passo (si rese necessario per trasformare la spider 2 posti in coupé 4 posti). Anche gli interni, a parte l'ovvia aggiunta del divano posteriore, erano gli stessi della SL, così come comuni (a parte l'allungamento del passo) erano pure telaio, organi meccanici e motori. L'impostazione di base prevedeva la trazione posteriore, le sospensioni a ruote indipendenti mutuate dalla SL (sia davanti che dietro), lo sterzo a circolazione di sfere servoassistito e i freni a disco autoventilati solo sulle ruote anteriori. La SLC offriva molto anche in campo sicurezza: cinture anteriori di serie e posteriori optional, piantone sterzo collassabile in caso d'impatto e , come da tradizione della stella a tre punte, le zone a deformazione programmata, anteriori e posteriori a salvaguardia della cellula di sicurezza. La SLC adotta già il serbatoio in posizione "sicura", situato dietro i sedili posteriori.