Porsche

911 2.2 S, 1970

La 911 2.2 S, appena arrivata presso la MCW, è stata visionata dal nostro staff tecnico che ha valutato tutti i lavori da eseguire su di essa. Per prima cosa, è stato tolto il motore dalla vettura ed è stato portato in una delle nostre officine specializzate, dove lo hanno revisionato e rimesso a nuovo. In questa fase il motore è stato smontato pezzo per pezzo, per controllare, verificare tutti i componenti, quelli rovinati sono stati sostituiti, gli altri revisionati. Gli interni sono stati smontati ed inviati al tappezziere per un rifacimento completo. La 911 è stata portata in carrozzeria dove sono state revisionate e riverniciate alcune parti della scocca. Una volta terminata la verniciatura, la vettura è stata lucidata completamente e collaudata su strada.

Porsche 911 2.2 S 1970

  • Anno: 1970
  • Esterni: Bianco
  • Interni: Nero
  • Cambio: Manuale

Note

La 911 montava un motore a 6 cilindri con 2195 cc di cilindrata, in grado di erogare 180 CV di potenza massima a 6500 giri/minuto.

Porsche

911 2.2 S, 1970

Nel 1970 è stata introdotta la serie C 911. Tutti i motori hanno ottenuto un diametro di 4 millimetri più grande che ha alzato la cilindrata a 2195 cc. Il nuovo motore aveva solo piccole differenze tra le specifiche europee e statunitensi. La versione 'T' ora aveva 125 CV, la 'E' 155 e il modello 'S' 180 CV. Per alleggerire la vattura, le diverse serie montavano un coperchio motore e parti dei paraurti in alluminio. Il 911 2.2 può essere riconosciuta dall'etichetta 2,2 a forma di motore boxer sul lunotto. Questo modello ha avuto anche un adesivo supplementare che mostra le vittorie sportive della Porsche nel 1969 e 1970. Il motore 2.2 non rimase molto a lungo. Nel 1972 la cilindrata passo a 2341cc (la 2.4).